Legge di stabilità 2016 –
CREDITO D’IMPOSTA INVESTIMENTI AL SUD

La legge di Stabilità 2016 ha introdotto un credito d’imposta per le imprese a sostegno degli investimenti nel Mezzogiorno, una misura prevista per tutte le imprese (comprese le FARMACIE) che, nel quadriennio 2016-2019, acquistino beni strumentali nuovi da destinare a strutture produttive localizzate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

QUALI BENI POSSONO BENEFICIARNE:

L’agevolazione si applica a tutte le acquisizioni, effettuate anche tramite contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti ed attrezzature varie, che facciano parte di un progetto di investimento iniziale.
Il periodo di riferimento è il quadriennio compreso tra il 1° gennaio 2016 ed il 31 dicembre 2019.

CHI SONO I DESTINATARI:

soggetti beneficiari del credito d’imposta sono i soggetti titolari di reddito d’impresa, a prescindere dalla forma giuridica utilizzata (comprese le FARMACIE).

L’ammontare massimo degli investimenti agevolabili è così strutturato:
– 1,5 milioni di euro per le piccole imprese;
– 5 milioni di euro per le medie imprese;
– 15 milioni di euro per le grandi imprese.

la percentuale di agevolazione prevista, risulta rispettivamente essere del:
– 20% per le piccole imprese;
– 15% per le medie imprese;
– 10% per le grandi imprese.

Nessuna incompatibilità tra super ammortamento e credito d’imposta per gli investimenti nelle “aree svantaggiate”.
Le imprese meridionali potranno quindi beneficiare, contemporaneamente, di entrambe le agevolazioni fiscali sui nuovi investimenti. Non esiste, infatti, alcun ostacolo giuridico alla fruizione di entrambi i bonus fiscali, che potranno dunque essere applicati anche sul medesimo investimento.

 

PER MAGGIORI DETTAGLI POTETE CONTATTARCI AL N. VERDE: 800129041